Prestito con diritto di riscatto: Una breve guida

Il prestito con diritto di riscatto è una formula di finanziamento che, al di là delle ovvie caratteristiche (essendo un’operazione non soggetta a regolamentazione giuridica), permette alla società di avere piena libertà nel definire come questo verrà applicato.

Il prestito con diritto di riscatto deve essere inteso come uno strumento di investimento per le società che vogliono acquistare giocatori o riscattarli da altre squadre, ma non hanno abbastanza liquidità al momento della firma.

Viene anche utilizzato per finanziare trasferimenti tra due club appartenenti a leghe diverse, quando non ci sono finestre di trasferimento aperte per un motivo o per un altro (per esempio se giocano in stagioni diverse).

In breve consisterebbe nel finanziare il giocatore attraverso un prestito bancario che sarà poi ripagato utilizzando parte del suo futuro stipendio.

Questa forma di finanziamento permette ad entrambe le parti coinvolte di ottenere ciò che vogliono; i club possono investire su nuovi giocatori senza avere liquidità immediata a disposizione mentre i giocatori possono lasciare la loro squadra attuale e unirsi al loro nuovo club.

Vediamo di scendere più a fondo e cercare di capire se questa tipologia di prestito è realizzabile anche nella vita quotidiana e cosa comporta.

Il significato di prestito con diritto di riscatto

La formula “originale” è nata per far quadrare meglio i bilanci, spalmando i costi su più anni e allo stesso tempo permettersi acquisti di una certa entità senza intaccare tutto il tuo tesoro. Potete anche utilizzare questa tecnica di budgeting quando acquistate qualcosa che altrimenti non sarebbe accessibile!

Non a caso i prestiti sono spesso legati al sistema dei bonus, che riempiono una parte per quanto piccola.

Sempre riferendosi di nuovo verso il calcio (il suo settore naturale) nella sua formulazione più semplice o l’opzione in cui i giocatori hanno diritti al momento del riscatto alla scadenza per qualsiasi prezzo possono essere dati in anticipo i costi con questi meccanismi di essere chiamato su se mai necessario più tardi giù linea quando le cose diventano difficili.

Il mercato del calcio si sta evolvendo, con altre due formule che stanno spuntando ultimamente.

Prestito con riscatto obbligatorio in cui l’acquirente deve completare il suo acquisto se lo vuole e prestito in cui si può scegliere tra il riacquisto per meno di quello che è stato originariamente prestato in qualsiasi momento prima che gli interessi comincino a maturare sull’investimento originale o la vendita in avanti senza penalità quando non ci sono più acquirenti in vista, purché un’altra parte voglia assumere la proprietà dei diritti del suddetto giocatore (da qui il motivo per cui li chiamiamo contratti “prestito”).

Prestito con diritto di riscatto nelle negoziazioni

Questo è un argomento molto interessante. Essendo un escamotage nato e consumato in ambito sportivo, non dovrebbe essere utilizzato come diritto privato in circostanze normali.

Tuttavia, se si volesse guardare ad altri esempi come quelli relativi alle proprietà immobiliari, allora ci sono formule che possono essere applicate per loro, dove i proprietari di immobili offrirebbero le loro case/locali come garanzia contro una sorta di debito da loro dovuto che permette l’accesso a tale individuo, ma richiede il pagamento ogni mese o ogni anno in modo da soddisfare gli obblighi di conseguenza, altrimenti la proprietà rischia di essere ripresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.