Libera professione: le migliori opportunità di una laurea in economia

Nella società in cui in tanti cercano il “posto fisso” c’è ancora chi ha il desiderio di voler intraprendere la libera professione. Sebbene molti lavoratori hanno un rapporto amore/odio con questo regime, proviamo a capire quali sono le lauree che consentono di poter intraprendere la libera professione.

Ad oggi, grazie a i numerosi corsi di studi che di anno in anno vengono istituiti all’interno delle università, sono sempre più numerose le facoltà che maggiormente registrano un numero elevato di liberi professionisti, tra questi abbiamo i corsi di laurea in Economia e in Giurisprudenza.

Mentre la seconda vede nella libera professione un proliferare di avvocati e consulenti, nel primo caso sono più variegate le professioni che possono essere svolte in regime di libera professione in base alla scelta tra i vari corsi di laurea magistrale in economia.

La scelta è ampia tra curriculum sui mercati globali o riguardanti la gestione d’azienda.

La possibilità di poter svolgere la libera professione, per molti, è un’aspettativa allettante. Non vi sono vincoli di orari, né di giorni, tutta l’organizzazione dell’attività lavorativa dipende dalle proprie capacità organizzative. Inoltre, l’attrazione verso la libera professione cresce quando è possibile affiancare un proprio lavoro al cosiddetto posto statale.

Pensiamo a numerosi avvocati e commercialisti che affiancano alla loro professione anche l’insegnamento.

Spesso quest’ultima scelta arriva successivamente, quando già si sta svolgendo in modo continuativo e stabile la propria professione, pertanto per conciliare la vita professionale con quella da studente molte future matricole decidono di iscriversi presso una delle 11 università telematiche accreditate dal MIUR, come ad esempio l’Università Telematica Niccolò Cusano.

Tra le professioni a cui è possibile accedere con una laurea triennale abbiamo il credit manager, ossia colui che si occupa della gestione del credito delle piccole o medie imprese.

Altro sbocco professionale accessibile con la sola laurea in Scienze economiche (L-33) è quella del broker finanziario. Si tratta di un professionista che ha il compito di guidare il proprio cliente attraverso un investimento sicuro e vantaggioso.

Altre professioni accessibili per i laureati nella triennale abbiamo il più tradizionale contabile e assicuratore. Il primo è preposto alla gestione della situazione finanziaria ed economia del singolo o di una società, il secondo si occupa di vendere servizi assicurativi.

Per coloro che decidono, invece, di conseguire una laurea magistrale in Economia, le figure professionali in regime di libera professione a cui sarà possibile accedere è quella del commercialista per il quale è richiesto il superato dell’Esame di Stato e l’iscrizione all’Albo dei commercialisti. Altre figure specializzate sono il trader finanziario e project risk manager.

Un dato rilevante, frutto dell’era digitale e di un mercato del lavoro sempre più smart, è la presenza di una nuova figura professionale che negli ultimi anni è cresciuta in maniera esponenziale.

Parliamo dell’e-commerce manager, ossia colui che si occupa di progettare le strategie di vendita sui portali web, di gestire le vendite online e monitorarle, oltre che gestire le campagne pubblicitarie.

In conclusione, che sia un corso di laurea triennale o un corso di laurea magistrale, la laurea in Economia rappresenta un’opportunità in grado di aprire le porte del mercato del lavoro sia che si tratti di lavorare in qualità di dipendente, sia che si voglia lavorare come libero professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.