Come scrivere un business plan vincente: cosa devi sapere

La maggior parte degli imprenditori non sono consapevoli dell’importanza di avere un business plan.

Un buon business plan è essenziale per far crescere la tua azienda; è come una mappa per il tuo futuro, e può aiutarti a trovare investitori e partner.

Questo articolo è un’introduzione a questo importante documento che ogni imprenditore dovrebbe avere in mente dal primo giorno.

Spiega quali sono le basi per poter scrivere correttamente questo tipo di modello, si tratta di un vero e proprio schema business plan.

Riassunto esecutivo

Il riassunto esecutivo nel business plan gioca un ruolo vitale nel raggiungimento del successo della tua impresa. Contiene tutti i punti importanti relativi al business, la sua dichiarazione di missione e visione, gli scopi e gli obiettivi ecc.

Quando hai fretta di scrivere il tuo business plan semplice, è molto facile perdere i punti importanti.

Un executive summary professionale può aiutarti a risparmiare tempo e denaro. Ti aiuta a presentare chiaramente la tua idea di business in modo che gli investitori siano interessati a finanziare il tuo progetto.

Business Plan Executive Summary Template è un modello progettato professionalmente per scrivere un riassunto esecutivo del business plan di qualsiasi azienda o organizzazione.

Questo modello ha tutte le sezioni necessarie come il profilo dell’azienda, il team di gestione ecc., il che rende abbastanza facile per gli imprenditori completare il loro lavoro in un breve periodo di tempo e assicura anche che non dimentichino nulla di importante sulla loro azienda/organizzazione mentre scrivono un riassunto esecutivo.

Fai una ricerca su Google e troverai sicuramente diversi esempi.

Analisi di mercato

Dobbiamo capire il mercato in cui la nostra azienda opererà e quindi determinare come si confronta con altri mercati in termini di volume di vendite potenziali, concorrenza e redditività.

Il primo passo è capire il mercato facendo un’analisi approfondita dei fattori chiave come il tasso di crescita, la dimensione, la struttura, la segmentazione ecc.

In questo modo possiamo farci un’idea su quali bisogni il nostro prodotto/servizio soddisferà i clienti.

Avendo fatto questa analisi possiamo valutare meglio la situazione del settore e fare una stima realistica del suo potenziale.

Quindi siamo in grado di decidere se c’è o meno una domanda sufficiente al momento per il nostro prodotto/servizio e se sì, quanto? Se sì – abbiamo tutte le informazioni necessarie per la scrittura del business plan!

Analisi SWOT

L’analisi SWOT è l’acronimo di Strengths, Weaknesses, Opportunities and Threats.

Di solito usata come strumento nel processo di pianificazione strategica, l’analisi SWOT aiuta a capire le forze esterne alla vostra azienda che possono influenzarla in modo da poter prendere decisioni più informate sulla crescita e la strategia.

Ci vorrebbe un articolo a parte per parlare proprio di questo argomento. Se il consenso sarà alto decideremo di approfondire questo tipo di argomento.

Scopi e obiettivi 

Definire gli scopi e gli obiettivi è il primo passo della pianificazione.

Per definire gli obiettivi, è necessario impostare i parametri in base ai quali è possibile misurare il successo.

Per esempio, se il vostro obiettivo è l’aumento del profitto, allora un obiettivo potrebbe essere quello di aumentare le vendite

È importante definire i tuoi scopi e obiettivi prima di iniziare un business plan.

Senza questa definizione, è difficile sapere cosa si sta cercando di realizzare.

Un errore comune che i nuovi imprenditori fanno quando scrivono i loro business plan è quello di non definire obiettivi e traguardi specifici per l’azienda.

Questo rende difficile misurare il successo o il fallimento delle azioni dell’azienda.

Scrivere obiettivi e traguardi ben definiti aiuterà a evitare che il tuo business plan sia confuso, e ti darà una buona idea di dove vuoi che la tua azienda sia tra un anno, cinque anni, dieci anni ecc.

Informazioni sull’azienda 

Le informazioni sull’azienda sono le basi. Questo include il suo nome, indirizzo e proprietari (se è di proprietà privata), o CEO/Presidente/Direttore (di proprietà pubblica).

Le informazioni aziendali sono una parte critica del business, ma sono anche le più trascurate.

Il problema con le informazioni aziendali  non cambiano molto spesso nel tempo e molte aziende non si rendono conto di quanto siano importanti questi dati.

Un semplice errore come un indirizzo errato può costarti clienti e ricavi a lungo termine.

Non lasciare che il tuo business soffra di informazioni aziendali di scarsa qualità o obsolete.

Controllate sempre i vostri dati e dovete avere la certezza che siano corretti e privi di errori.

Piano di marketing

Ora che abbiamo identificato i nostri obiettivi, è il momento di pianificare come li raggiungeremo. Questo implica identificare quali metodi e tecniche di marketing sono più adatti alla campagna, selezionare chi farà il lavoro e determinare quanto costa il tutto.

Il tuo piano di marketing deve essere realistico e realizzabile.

Non è solo una lista di desideri di ciò che vorresti fare, ma piuttosto una chiara serie di azioni che aiuteranno il tuo business ad avere successo.

Senza un’efficace strategia di marketing in atto, farai fatica a fare progressi con i tuoi obiettivi di business.

Infatti, le strategie inefficaci sono una delle ragioni più comuni per cui le imprese falliscono.

Un buon piano di marketing è essenziale per ogni piccolo imprenditore che cerca di far crescere la propria azienda o di migliorarne le prestazioni nel tempo.

Il primo passo nella creazione di questo piano è identificare chi sarà coinvolto e quanto tempo può dedicare ad esso ogni settimana/mese/anno ecc.

Una volta che questi ruoli sono stati definiti, possiamo passare ad elencare tutte le attività che devono essere fatte (cioè, quali canali dobbiamo usare).

Questo include decidere se la pubblicità a pagamento debba essere usata o meno – se sì, quale piattaforma (o piattaforme) funzionerebbe meglio?

Che tipo di contenuto dovrebbe essere creato per i social media?

Dove dobbiamo pubblicare il nostro contenuto?

Quale tipologia di articolo o prodotto devono essere inclusi nella strategia SEO?

Queste sono le domande corrette per partire con il piede giusto.

Facci sapere cosa ne pensi e continua a seguirci su questo sito dedicato al mondo del business e lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.